La Giunta Comunale di Messina ha approvato il documento finale delle Linee Guida del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile. Si conclude così la prima fase che porterà alla redazione del piano definitivo. Un lavoro iniziato lo scorso Luglio 2017 che ha puntato, in una prima fase, alla ricognizione dello stato attuale della mobilità messinese con un lavoro certosino e sistematico di ricostruzione sotto i diversi piani di lettura. La seconda fase ha puntato a disegnare una vision del futuro della città, disegnando una Messina all’insegna della Smart Mobility, con uno sguardo sia a progetti in via di realizzazione che ad altri di futura implementazione, puntando ad una loro integrazione e messa a sistema, senza perdere di vista le linee guida e le best practice diffuse a livello europeo e mondiale. Parallelamente a ciò ci è sviluppato un percorso di comunicazione e partecipazione attraverso gli strumenti web, social e stampa. In particolare, il sito internet pumsmessina.it è stato il collettore delle proposte dei cittadini di Messina che hanno voluto inviare le loro proposte da implementare all’interno del PUMS. Quelle ritenute valide sono state inserite all’interno del documento finale.

Il lavoro pubblicato oggi risulta essere la sintesi di questo percorso avviato la scorsa estate e vede una prima parte dedicata all’analisi dell’esistente con un focus sull’inquadramento territoriale, l’offerta di reti e servizi di trasporto, domanda di mobilità, criticità e un’analisi SWOT. La seconda parte fornisce degli indirizzi per la mobilità ciclistica, pedonale e per il trasporto pubblico. Una terza parte si occupa delle linee di indirizzo strategico che dovranno essere seguite dai futuri redattori con focus sulla governance del piano, i piani attuativi, gli indicatori di riferimento per il monitoraggio degli interventi, le attività di coordinamento con altri strumenti di pianificazione (come il Piano Regolatore Generale), gli obiettivi di piano e le priorità di intervento. Chiude il documento la parte dedicata alla partecipazione.

Dopo questa prima fase, si passerà a quella di “Elaborazione del PUMS” e successivamente alla redazione dei “Piani Attuativi”, con l’obiettivo di varcare il Rubicone della pianificazione per passare alla realtà. Le linee guida risultano essere fondamentali per poter accedere ai finanziamenti previsti a livello nazionale ed europeo per la creazione di questi importantissimi strumenti di piano, base da cui partire anche per attirare nuove risorse per costruire la Messina del futuro.

Consulta il piano qui:


 

 

X